Quotazione Oro

Quando si parla di quotazione dell’oro c’è da prestare particolare attenzione in quanto spesso la quotazione viene confusa con il prezzo dell’oro che, diversamente dalla quotazione, è presente sui mercati. Conoscere la quotazione oro permette di sapere il valore degli oggetti in oro che si desiderano acquistare o vendere, come i lingotti e le monete d’oro.

La Quotazione dell’Oro

Ecco il prezzo di un grammo di oro aggiornato a 1 minuto fa. Questa è l’attuale quotazione di mercato di un grammo di oro, espresso in euro.

34.89

€ al grammo

Ora faremo chiarezza sul fixing con il quale si intende la quotazione dell’oro fissata sui maggiori mercati OTC (Over The Counter) ed il relativo andamento, un significato completamente diverso dalla valutazione dell’oro, che il più delle volte è praticata da tutti quegli investitori che acquistano dell’oro usato per rivenderlo, o per scambiarlo con altri metalli preziosi.

Il prezzo dell’oro aggiornato in tempo reale



Con il termine “Fixing”, intendiamo un metodo utilizzato per la quotazione di determinati oggetti realizzati in oro usato, sul mercato di Londra. Il fixing consiste nella determinazione ad un certo orario prestabilito, di un prezzo che poi sarà impiegato come riferimento nei mercati finanziari. In parole povere con il fixing è possibile fornire, in tempo reale le quotazioni dell’oro , del platino, dell’argento, sia al fixing che durante tutto il resto della giornata. La quotazione oro ed il fixing dell’oro viene eseguito due volte in un giorno, in euro, in sterline e in dollari attraverso una teleconferenza effettuata dai cinque membri del mercato. Dopo che questo viene fissato, lo si comunica al “London Bullion Market” che successivamente lo utilizzerà come prezzo di riferimento per la quotazione dell’oro usato e dei contratti ancora in via di definizione. Di norma il fixing dell’oro si stabilisce in riferimento ad un’unità di peso, ovvero l’oncia che equivale a 31,10 grammi, o viene quotato all’oncia troy. Al giorno d’oggi, sui mercati europei, la quotazione dell’oro si riferisce ai grammi.

Come avere la quotazione dell’oro: dai calcoli personali a quelli del commerciante

Tutti i passaggi visti sono necessari per prepararsi a ottenere la quotazione del metallo prezioso, in particolar modo per selezionare il negozio proponente le condizioni economiche migliori. Solitamente i commercianti d’oro offrono un prezzo ridotto del 30-60% rispetto alla quotazione reale perché devono analizzarlo e ricavare un profitto. Non tutti i negozi sono uguali e si può trovare qualcuno che si possa avvicinare maggiormente al valore di mercato, includendo comunque un guadagno. Si possono verificare online le diverse proposte di negozi e poi andare di persona, senza fermarsi alla prima offerta. Confrontando le differenti proposte si può decidere quale sia la migliore trovando soddisfazione economica per la vendita dei propri oggetti in oro. Se si hanno gioielli contenenti diamanti e pietre preziose è meglio farle rimuovere da un gioielliere. Se ci si rivolge a chi compra oro è difficile ottenere un buon prezzo per le pietre, perché sono più che altro un ostacolo, sebbene abbiano il loro valore. Meglio venderle separatamente e a chi è interessato al tipo di merce. Chi si occupa di raffinare l’oro è in grado di pagare una cifra che si aggira tra il 90% e il 98% del valore di mercato, dichiarando, spesso, le percentuali prima ancora di vedere l’oro. Lo svantaggio, in questi casi, è che generalmente impongono un limite minimo sulla quantità. Difficile che sia inferiore agli 80-150 grammi. C’è la soluzione dell’asta, anche online, adatta alla realizzazione del 90% del prezzo di mercato. Si può ottenere di più se i gioielli sono ben conservati e indossabili. Se la vendita riguarda le protesi dentarie è bene prestare attenzione alla loro composizione, perché ci sono alcuni oggetti a 24 carati, ma in media non superano i 16 carati.

quotazione oro

Come conoscere il prezzo dell’oro e la quotazione degli oggetti d’oro

Quando l’oro è legato con altri metalli preziosi, la sua purezza viene calcolata in carati, con una scala che determina a 24 carati l’oro puro. Un altro metodo per quotare la purezza dell’oro è l’uso di un valore che è compreso tra zero ed uno, a tre cifre decimali o tramite una frazione fissata in millesimi. Quindi possiamo affermare che l’andamento del prezzo del’oro è in stretto legame con l’andamento dei vari mercati finanziari ed azionari. Le quotazioni dell’oro sono inoltre molto oscillanti negli ultimi tempi, anche grazie alle politiche comunitarie al riguardo.

La quotazione sterlina – oro vecchio conio del 26 Settembre 2014 è: domanda € 216.91 per offerta di € 239.53. La quotazione sterlina – oro nuovo conio e post 74 è: domanda € 219.06 per offerta € 245.14.Il valore di 1 grammo d’oro del 26 Settembre 2014 è di € 30.65, oro contenuto € 224.45.

Grafico andamento quotazione dell’oro: valori oro

Per avere un grafico della quotazione dell’oro è sufficiente cercare direttamente online questa informazione: in questo modo sarà possibile visualizzare un grafico con tutte le informazioni relative alla quotazione aggiornata dell’oro e riuscire a capire qual’è il momento migliore per vendere o comprare oggetti e lingotti d’oro. Molti sono infatti coloro che desiderano conoscere la quotazione dell’oro oggi: il prezzo e la quotazione di tale metallo presiozo varia tutti i giorni e, spesso, anche più volte al giorno. Quindi è sempre bene informarsi sulla quotazione dell’oro oggi e vedere quanto le principali borse sono disposte a scambiare una oncia di oro. La volatilità in questo mercato è molto alta e le quotazioni oro variano, anche di molto, nell’arco delle varie ore e nei vari mercati dove avvengono le negoziazioni dei metalli preziosi. Dare un valore all’oro non è infatti una operazione semplice: la quotazione oro è molto variabile in base al momento in cui viene scambiato sul mercato di riferimento così come i valori oro.

Quotazione oggetti oro 18 carati

Ci sono due modi per definire la qualita’ dell’oro, per quanto riguarda l’oro 18 Carati si può trovare la scritta 18 Kt o un simbolo con all’interno la scritta 750.
Il prezzo dell’oro a 18 carati tende ad aumentare quando l’economia non cresce o esistono preoccupazioni riguardo le principali cause come guerra e inflazione. Prima però di portare i tuoi gioielli d’oro 18k da un compro oro, è sempre consigliabile conoscere esattamente il suo valore, in modo da essere sicuro di ricevere una somma adeguata e senza rischiare di svendere i propri preziosi oggetti in oro. La maggior parte di chi acquista oro, non rende noti i calcoli che vengono fatti per stimarne il valore dell’oggetto in oro, quindi è sempre bene informarsi per tempo sulla quotazione dell’oro a 18 carati.

Il primo step da seguire è quello di suddividere l’oro in base al peso in carati: questo è molto utile anche per capire se degli oggetti che si consideravano di oro 18kr non sono autentici. Per capire se l’oro 18kr è autentico o meno è sufficiente leggere le cifre riportate sull’oggetto stesso. Ricorda che molti dei gioielli in oro prodotti prima del 1980 sono leggermente al di sotto del loro valore di carati riportato. Ad esempio, i gioielli marcati 18K sono in effetti tra i 17K e i 17,5K. Nel 1980, le leggi sono cambiate riguardo alla marchiatura e alla purezza dei gioielli d’oro e quindi la cifra riportata sull’oggetto è relativamente attendibile. La quotazione oro ed anche per l’oro a 18 carati è destinata ad aumentare durante i periodi di crisi: è dimostrato infatti dalla storia che la quotazione oro aumenta notevolmente durante le principali crisi economiche e poi torna a normalizzarsi durante i periodi di relativo benessere.

Come capire correttamente il prezzo di un oggetto realizzato in oro

Il prezzo dell’oro tende ad aumentare quando l’economia non cresce o esistono preoccupazioni riguardo a guerra e inflazione. Prima però di portare i gioielli d’oro, le otturazioni, i denti, le pepite o i lingotti da un commerciante d’oro, dovresti sapere esattamente il suo valore economico e conoscerne il prezzo, in modo da essere sicuro di ricevere una somma adeguata dal commerciante di metalli preziosi. La maggior parte di chi acquista oro, non rivela i calcoli che esegue per stimarne il valore, ma ci sono dei semplici accorgimenti da seguire per stimare con esattezza la quotazione ed il prezzo degli oggetti in oro, sia per la vendita che anche per l’acquisto. E’ sempre bene ricordare che la quotazione dell’oro ed il suo prezzo al dettaglio subiscono spesso delle oscillazioni, a volte anche forti in base all’andamento del mercato monetario, eventuali crisi e momenti di stagnazione economica.

Prezzo dell’Oro: come dare un valore ai propri oggetti in oro

Tutti noi, durante un particolare periodo della nostra vita, possiamo trovarci costretti a vendere tutti o parte dei nostri gioielli in oro. Negli ultimi anni è cresciuto a dismisura il numero dei uffici di compro oro all’interno delle nostre città. Prima di recarsi da un compro oro è anche possibile stimare autonomamente il valore dei nostri oggetti in oro.
Per valutare il reale valore dei nostri gioielli è necessario stimare in maniera approssimativa la quantità di oro puro contenuta al loro interno. Questo perché per realizzare gioielli in oro è necessario fondere l’oro (che di per se è un materiale molto tenero) con altre tipologie di metalli.  Prima di svolgere qualsiasi tipo d’indagine a riguardo, l’analisi primaria da porre in essere riguarda la veridicità o meno degli oggetti in oro con cui abbiamo a che fare.

Per compiere questa valutazione esistono molteplici sistemi e stratagemmi da poter seguire. Vediamone assieme alcuni:

  • Verificare la presenza del timbro. Il timbro è una sequenza numerica incisa sui gioielli in oro contornata da un rombo. Questo numero indica quanto oro è presente all’interno del gioiello ed è solitamente espresso in finezza o carati.  Il timbro è spesso situato in un punto difficile da notare. Proprio per questo motivo potrebbe essere d’aiuto usare una lente d’ingrandimento per individuarne la presenza velocemente. Occhio anche al marchio di fabbrica, un simbolo che consiste in un rettangolo che contiene alcune lettere. Questi due semplici simboli sono in grado già da soli di indicarci se l’oggetto è davvero realizzato in oro e la quantità di oro che contiene. Ovviamente questo sistema non protegge da eventuali truffe. Molti falsificatori di oggetti in oro potrebbero aver inciso entrambi i simboli per trarre in inganno gli utenti;
  • Uno dei sistemi più semplici ed efficaci richiede l’utilizzo di una calamita. L’oro non è magnetico e nonostante quest’ultimo, come anticipato in precedenza, sia fuso con altre tipologie di metalli, non dovrebbe essere in grado di attirare la calamita. Dunque se i nostri gioielli non dovessero essere attratti dal magnete, la percentuale che possa trattarsi di oggetti in oro diventa molto elevata.
  • Un’altra soluzione potrebbe essere quella di bagnare il gioiello con una piccola goccia di acido nitrico. Se si tratta di oro, il contatto tra l’acido ed il metallo non genererà nessuna reazione. In caso contrario il metallo diventerò verdognolo e con tutta probabilità non sarà oro. In commercio sono inoltre disponibili numerosi kit di valutazione dell’oro.

Una volta stabilito che i nostri gioielli sono effettivamente realizzati in oro è necessario passare ad un secondo piano di analisi che inizia con l’accertare il reale peso dell’oro contenuto nel gioiello. Per far ciò è necessario munirsi di un’apposita bilancia decimale certificata. Una comune bilancia sarebbe senza dubbio imprecisa nell’effettuare una stima. Dal peso del gioiello dovrà essere poi sottratto il peso delle pietre, se presenti. Una volta stabilito il peso effettivo dell’oro contenuto nel gioiello bisognerà moltiplicare la cifra espressa in carati o finezza per la quotazione dell’oro in quel dato momento.

Prima di proseguire è bene precisare quali sono le unità di misura dell’oro e cosa indicano esattamente. La finezza indica in millesimi quanto oro è contenuto in un gioiello (una finezza pari a 1000 indica che l’oggetto è realizzato totalmente in oro e 1000 è il valore massimo). Il carato indica lo stesso valore della finezza ma si esprime in un range di valori il cui massimale è 24. Solitamente i gioielli in oro sono composti da leghe metalliche da 18 carati perché la parte restante della lega è composta da metalli che rendono possibile la lavorazione dell’oro, che altrimenti sarebbe troppo tenero.

Per rimanere aggiornati sull’andamento della quotazione dell’oro è possibile consultare il nostro sito web oppure rivolgersi al compro oro di fiducia. Le quotazioni dell’oro molto spesso, soprattutto quando sembrano molto allettanti, si riferiscono ad oggetti in oro da 24 carati.

Leggi anche:

Lingotti o certificati? Consigli per investire nell'oro
L'oro ogni periodo torna ad essere periodicamente un cosiddetto bene rifugio molto richiesto. Negli ...
Costo oro al grammo
Negli ultimi anni, il costo dell’oro al grammo è salito di molto, rispetto al passato. Di fatti vari...
Prezzo oro usato
Se avete deciso di vendere il vostro oro usato, ma non conoscete il prezzo, potrete fare una stima d...
Prezzo oro usato
Attualmente il prezzo dell’oro usato è un argomento di attualità, dato che nei periodi di crisi econ...
Quotazione oro in caduta libera: continuano i ribassi
L’oro continua la sua costante discesa dai massimi a 1.900 dollari l’oncia raggiunti a settembre 201...
Chiusura in negativo per la quotazione dell'oro
Chiusura in negativo per la quotazione dell'oro, che nella scorsa sessione di contrattazione ha regi...
Oro: quotazioni giunte a 1.330 dollari: scoppia il caso Deutsche Bank
Le quotazioni dell’oro sono risalite fin quasi alla soglia dei 1.330 dollari l’oncia, dopo la pubbli...
Valore dell'oro: come sapere quanto vale l'oro
Il valore del proprio oro usato risulta essere un dato che, per molte persone, risulta essere abbast...